Dott. Alessandro Cappelli

Dott. Alessandro Cappelli

Ti serve Aiuto? Clicca qui.

Autore: Dott. Cappelli

Sistema di ritenzione di una protesi mobile con attacchi di precisione

Uno dei sistemi usati per la ritenzione ( cioe’ per  tenere ferma) una protesi mobile e’ quella dell’attacco di precisione. Si tratta di un sistema ad incastro che prevede due componenti- La parte “maschio” dell’attacco viene collegata ad una corona ( capsula ) che viene cementata su uno o piu’ denti  vicini alla parte dei denti mancanti La parte “femmina” generalmente  in plastica   viene posizionata all’interno della protesi mobile e  si accoppia con  precisione alla parte maschio garantendo la tenuta della protesi mobile senza  problemi estetici . Dott Alessandro Cappelli- Ascoli...

Read More

Chi deve fare una protesi dentale?

Un grande confusione alberga tra gli italiani quando hanno la necessita’ di sostituire denti mancanti.E si fanno una serie di domande a cui questo articolo vuole dare risposta. Chi e’ che deve  farmi la protesi dentaria :il dentista o il tecnico( odontotecnico  conosciuto anche come “meccanico dentista”?) Perche’ devo andare dal dentista se poi la protesi la fa’ il tecnico? Perche’ non risparmiare saltando il dentista e andando direttamente dal tecnico? Se la protesi non va’ bene di chi e’ la responsabilita’ : del dentista o del tecnico? Il dentista e’ solo un intermediario che mi “rivende “ la protesi del tecnico  lucrandoci sopra? Risparmiero’ veramente se mi rivolgo direttamente al costruttore? In definitiva , da chi devo andare  per farmi fare una protesi ai denti? Questo articolo puo’ dare la risposta giusta alle vostre domande , se avrete la pazienza di dedicarvi un po’ del  vostro tempo, che sara’ tempo ben speso. Cerchiamo di fare un po’di chiarezza: La protesi dentale e’ il risultato finale di una collaborazione che si avvale di due figure principali . Dall’affiatamento e dalle competenze di queste due figure,( ognuna fondamentale e indispensabile), ciascuno per la parte che gli spetta deriva una protesi odontoiatrica di buona qualita’.   Il DENTISTA che e’ colui che deve stabilire la necessita’ di applicare una protesi e che poi la applica. L’ODONTOTECNICO che e’ colui che materialmente costruisce...

Read More

Come si valuta l’ osso per inserimento degli impianti dentali?

Quando il dentista  accoglie la richiesta di un paziente di sostituire un dente mancante con un impianto osteointegrato  deve fare una serie di valutazioni, per stabilire se quel paziente possa accogliere in quella specifica zona della sua bocca un impianto.Tra le valutazioni  da fare  , una assolutamente imprescindibile e’ la valutazione quantitativa e qualitativa dell’osso disponibile , nella zona dove si progetta di mettere un impianto.La quantita’/qualita’  di osso disponibile condiziona primariamente la possibilita’ di inserire  un impianto e secondariamente stabilisce  quale tipologia di impianto , in termini di lunghezza e di diametro  puo’ essere posizionata in quel sito. Per quanto riguarda la quantita’  e la qualita’ di osso necessaria, la valutazione va’ effettuata dal dentista implantologo  in relazione a molti fattori ( tipologia di dente che deve essere sostenuto da quell’impianto, quantita’ di osso persa in conseguenza della estrazione del dente, tipo di protesi da applicare sopra all’impianto,condizioni generali del paziente , ecc) ma la sua esposizione  esula dagli scopi di questa trattazione. Mi limitero’a fare un excursus delle possibilita’ di cui disponiamo per effettuare  una valutazione quantitativa e qualitativa  in senso generale , che poi andra’ interpretata  e contestualizzata al paziente ed al caso specifico dal dentista implantologo. Questa valutazione e’ una  principalmente radiografica.(NB: tutte  le indagini qui descritte sono effettuabili nelle strutture del SSN oltre che in molte strutture ambulatoriali private ) Le radiografie che si...

Read More

La tasca gengivale

Il sondaggio parodontale Quando il dentista procede ad una visita , specialmente in presenza di una infiammazione gengivale (gengivite) riferita dal paziente in termini di sanguinamento durante le manovre di igiene orale , una delle cose che egli fa’ e’ prendere in mano una sonda millimetrata ed andare a misurare con questa in varie zone della bocca e di ogni singolo dente per verificare la profondita’  del solco gengivale e la eventuale presenza di tasche gengivali patologiche . Questo e’importante perche’ l’eventuale presenza di tasche gengivali fa’ immediatamente  sospettare  la presenza di una Malattia Parodontale o Parodontite . Cosa e’ il solco gengivale ? Il cosidetto solco gengivale rappresenta un canale stretto e poco profondo, situato ai lati del dente e delimitato da un lato dalla superficie dentale e dall’altro dall’epitelio sulculare della gengiva marginale.(cioe’ dalla parete interna della gengiva a contatto con il dente) In condizioni normali questo solco è profondo dai due ai tre millimetri, ma in presenza di parodontopatie si approfonda fino a raggiungere e superare i quattro e più millimetri. In determinate condizioni patologiche il solco gengivale può aumentare la propria profondità, formando una tasca chiamata tasca gengivale..Quindi attorno al dente esistente normalmente un solco di circa 1- 3mm che noi possiamo sondare con una sonda millimetrata. Quando si lascia accumulare placca batterica  nel solco gengivale ,le tossine batteriche provocano gengivite,  cioe’ infiammazione gengivale che...

Read More

Pericoronite

  Una delle più frequenti situazioni di  dolore nel cavo orale e’ la pericoronite del dente del giudizio. La pericoronite è una infiammazione acuta della gengiva che circonda un dente parzialmente erotto  come potete vedere nella foto: La gengiva è  gonfia dolente e arrossata. I fenomeni infiammatori ed infettivi legati al dente del giudizio non ben erotto e posizionato possono essere determinati da batteri presenti nel cavo orale, che, penetrando all’interno dello spazio tra dente e gengiva, creano un processo infiammatorio ed infettivo di quest’ultima. Dando origine alla pericoronite. Quindi  peri(attorno) coron(parte visibile del dente) ite (infiammazione)  = infiammazione dei tessuti che stanno intorno al dente del giudizio. La causa sta nel fatto che i denti del giudizio spesso non trovano il loro spazio eruttivo, rimanendo inclusi o seminclusi, cioe’ coperti parzialmente dalla gengiva.Questo determina la formazione di un recesso in cui i batteri possono facilmente annidarsi e dare infezione e conseguente infiammazione. La pericoronite è caratterizzata dalla comparsa di un dolore nella regione posta nell’angolo della mandibola, dove si troverebbe il dente del giudizio. Il dolore va aumentando con i movimenti della masticazione, inoltre la mucosa si presenta arrossata e gonfia. Questa condizione può peggiorare, causando un dolore più intenso e spesso irradiato all’orecchio, difficoltà e dolore durante la masticazione, a volte rendendo doloroso anche semplicemente parlare. Talvolta i linfonodi del collo si ingrossano in presenza anche una...

Read More