Che cos’è un intarsio dentale ?

Quando si usa e come fa il dentista ad applicarlo?

Quando un dente e’ stato molto distrutto da un processo carioso, al punto che e’ difficile procedere alla sua ricostruzione con metodi tradizionali ( vedi articolo COME SI CURA UN DENTE) esiste la possibilita’ di procedere alla ricostruzione con metodi indiretti., in particolare con un INTARSIO.

Detto in modo sintetico:
Quando un dente ha una piccola carie puo’ essere conveniente procedere alla sua ricostruzione direttamente nella bocca con la tecnica tradizionale .
Ecco in foto un esempio di ricostruzione tradizionale DIRETTA,in cui le pareti residue del dente fungono da guida per la ricostruzione della parte mancante che risulta molto vicina a quella originale come morfologia.

Quando invece la parte mancante del dente e’ molto ampia, fermo restando che la ricostruzione diretta e’ quasi sempre possibile, non si hanno sufficienti parti residue del dente che fungano da guida e quindi e’ preferibile una tecnica INDIRETTA in cui il “pezzo” mancante viene costruito fuori dalla bocca e poi applicato e “legato” alla parte mancante.
L’INTARSIO che vedremo e’ appunto una tecnica Indiretta di ricostruzione del dente .
Vediamo allora un caso :

La freccia indica la zona scura che corrisponde alla ampia cavita’ cariosa.


Ecco cosa resta del dente dopo la pulizia e asportazione della parte cariata: una ampia cavita’ che coinvolge molte delle pareti del dente. Il fondo della carie e’ stato coperto da materiale da ricostruzione e le pareti sono state adeguatamente sagomate.


Ecco un particolare della impronta ( stampo) della cavita’ risultante che viene presa con materiali di altissima precisione e che viene consegnata all’odontotecnico.
Questo colera’ del gesso dentro l’impronta fino ad avere la replica fedele della situazione della bocca e della cavita’ e quindi costruira’ in laboratorio il pezzo mancante.


Ecco il pezzo mancante ricostruito in ceramica dall’odontotecnico , appunto chiamato INTARSIO.


La cavita’ viene isolata perfettamente dalla saliva con una foglio di gomma chiamata DIGA che funge appunto da barriera alla saliva, quindi viene mordenzata( applicazione di un debole acido che viene poi risciacquato) e poi viene applicato uno speciale adesivo( per i dettagli vedi articolo COME SI CURA UN DENTE).


Infine l’intarsio viene appoggiato e provato per vedere il suo perfetto combaciamento con la cavita’.


Ed alla fine viene cementato con una apposita resina che andra’ a legarsi alla superfice del dente per il tramite dell’adesivo che vi era stato applicato.


ED ecco allora il risultato prima e dopo l’applicazione dell’intarsio.
La forma originale del dente e’ stata esattamente riprodotta e il dente torna ad svolgere la sua funzione in maniera adeguata.