Che cos’è il frenulo labiale corto  e come si puo’ eliminare con una frenulectomia laser ?

CoLe recessioni gengivali sono molto comuni e sono causate generalmente da errori nello spazzolamento dei denti e da uno scarso controllo di placca.
Quando queste recessioni sono a carico dei denti posti vicini ai frenuli mediani ( piccole pieghe della mucosa che si trovano nella parte interna del labbro superiore e inferiore) possono avere un aggravamento determinato dalla trazione che questi frenuli esercitano in vicinanza nella zona delle recessioni.
Vediamo questa immagine:

cappelli_alessandro_recessione_gengivale_1.jpg

Potete notare come il frenulo si inserisca in vicinanza dell’incisivo centrale inferiore in cui c’e’ stata una recessione gengivale .
Notate come al livello della radice esposta ci sia accumulo di placca e la gengiva sia infiammata.
Naturalmente per prima cosa andra’ risolto il problema del controllo di placca del paziente che andra’ istruito convenientemente sulle tecniche da utilizzare, ed andra’ sottoposto ad una seduta di igiene professionale.
Comunque il frenulo rappresenta un disturbo alla guarigione perche’ al suo interno decorrono delle fibre muscolari dei muscoli del labbro che esercitano continuamente una trazione in questa zona.
Quindi queste fibre devono essere eliminate e lo si fa’ praticando una taglio del frenulo, cioe’ una frenulectomia.
La tecnica tradizionale prevedeva un taglio effettuato con il bisturi e quindi una sutura , Naturalmente e’ presente un certo minimo sanguinamento e la necessita’ di rimuovere le suture dopo circa 1 settimana -10 gg.
Attualmente la tecnologia laser consente di effettuare lo stesso interven to in maniera molto piu’ semplice e soprattutto senza sanguinamento e con una accellerazione di processi di guarigione.
Vediamo quindi come e’ stato trattato questo caso:

cappelli_alessandro_recessione_gengivale_2.jpg

Dopo avere somministrato una minima quantita’ di anestetico si procedere a sezionare il frenulo usando un laser a diodi la cui luce (invisibile) viene evidenziata da un a luce rossa di puntamento .
Mentre si tira il labbro mettendo in tensione le fibra muscolari il laser provvedere a vaporizzare le cellule della mucosa e quelle muscolari , procurando al contempo una emostasi completa , cioe’ l’assenza di qualsiasi sanguinamento.

cappelli_alessandro_recessione_gengivale_3.jpg

Vediamo quindi come il frenulo comincia ad essere intaccato.

cappelli_alessandro_recessione_gengivale_4.jpg

Si completa la frenulectomia aiutandosi con un colorante rosso a base di iodio che aiuta a concentrare l’energia del laser nella zona che deve essere tagliata.

cappelli_alessandro_recessione_gengivale_5.jpg

Ed ecco nella immagine il risultato alla fine dell’intervento.
Il frenulo e’ stato tagliato e con lui le fibre muscolari.
Il labbro messo in tensione non determina piu’ alcuna trazione nella mucosa vicina alla recessione.

cappelli_alessandro_recessione_gengivale_6.jpg

Ecco dopo 1 settimana l’aspetto della zona. Il processo di cicatrizzazione e’ avanzato e avviene con celerita’ grazie all’azione biostimolante della luce laser.

cappelli_alessandro_recessione_gengivale_7.jpg

Ecco infine dopo 15 gg l’aspetto della zona , con la scomparsa completa del frenulo e della sua trazione.
IL laser ha consentito di effettuare in maniera traumatica , indolore e con una accelerazione dei tempi di guarigione questo piccolo intervento.
Il paziente potra’ ora mantenere pulita la zona senza avere l’interferenza del frenulo e soprattutto senza che le fibre muscolari esercitino una dannosa trazione sulla zona soggetta a recessione.

Nota bene: Il laser ha consentito di effettuare in maniera rapida ed atraumatica l’intervento(frenulectomia) per risolvere una delle cause della recessione, ma NON ha curato la recessione stessa.