Sapete cos’e’ un moncone protesico ?

E come si utilizza per sostenere una capsula dentale ?

Quando la distruzione della parte visibile del dente ( corona) e’ molto accentuata , il dente deve essere “devitalizzato” ( cioe’ sottoposto ad una cura canalare).

Il risultato di questa situazione e’ spesso un moncone , che, per essere utilizzato per sorreggere un dente “finto”(corona) deve essere variamente rinforzato.

Uno dei sistemi utilizzati e’ quello di rinforzare il moncone protesico , ancorando all’interno della radice un perno prefabbricato in fibra di vetro, molto resistente che funge da “armatura” del moncone.

Il moncone quindi puo’ essere efficamente utilizzato per sostenere una capsula,
Di seguito un esempio:

dente gravemente distrutto e relativa rx dopo la cura canalare

Il dente e’ stato preparato per accogliere una corona e viene scelto il perno da inserire . Il perno e’ stato inserito e bloccato con materiale da ricostruzione

Il moncone  protesico costituito da parte del dente originario e parte dalla ricostruzione sostenuta dal perno viene coperto con una corona

Quindi , un dente molto distrutto deve essere ricoperto da una capsula . Per fare questo  il dente deve essere sfinito o limato e questa procedura  porta all’indebolimento della struttura.

Nasce quindi la necessita’ di rinforzare la struttura  e questo si puo’ fare inserendo dentro la radice, precedentemente devitalizzata, perni di rinforzo.

InN questo caso e’ stato utilizzato un perno di fibra di vetro rinforzato con materiale composito.

Dott Alessandro Cappelli- Ascoi Piceno